L'ultima Traversata:
il racconto dei protagonisti

L’ultima nostra Traversata dello Stretto è stata completata la mattina del 9 luglio 2019, verso le 10 del mattino. Ci siamo “svegliati” all’alba ma in molti hanno passato la notte insonni per l’adrenalina di quello che avremmo fatto l’indomani. Riposati o meno, l’appuntamento era alle 6 in pasticceria per carburarci a dovere: caffè, brioche e gelato, granita di mandorle, pasticcini vari.  Alle 7:30 eravamo già in acqua, focalizzati sulla sfida, pronti a partire.

C’eravamo solo noi sulla spiaggia di Torre Faro a Messina, aspettando il via libera della capitaneria di porto. L’acqua aveva assorbito tutta la frescura della notte ed il Sole, basso sull’orizzonte, non l’aveva ancora riscaldata bene. Il mare era piatto nonostante le correnti. Una leggera brezza soffiava sui visi tesi di tutto il gruppo. Le onde interrompevano il silenzio nel loro ciclico movimento. 

Quand’é arrivato il via libera siamo partiti a gruppi di 3, i più lenti per primi, i più veloci per ultimi. Ogni gruppo aveva una sua barca da seguire per tutta la durata della Traversata, sia per la sicurezza che per nuotare con una traiettoria definita.

Arrivato il nostro momento ci siamo fatti coraggio, abbiamo raggiunto la nostra barca ed abbiamo iniziato questo viaggio, collettivo e condiviso ma allo stesso tempo introspettivo e personale. Nuotare obbliga a staccare da tutto il mondo “terrestre” e restare per un po’ da soli con la propria mente.

Dopo poche bracciate non si vedeva più il fondale, solo un intenso blu, attraversato dai raggi del Sole che scendevano fino a perdersi nella profondità. Lo stupore e l’adrenalina davano maggiore foga alla nuotata. La concentrazione, la tecnica e l’esperienza frenavano gli entusiasmi per regolarizzare la bracciata e la respirazione.

Sintonizzati sul ritmo giusto, la difficoltà maggiore era non nuotare troppo addosso gli uni agli altri, in quanto nuotando a stile libero in mare non si hanno punti di riferimento. Ogni tanto nuotavamo a rana, così da alzare la testa per comunicare e capire dov’eravamo. 

Gli ultimi metri per alcuni sono stati i più pesanti, per altri i più belli. Vedendo il fondale che si avvicinava, bracciata dopo bracciata, già si pregustava l’idea di aver compiuto l’impresa e la felicità faceva nuotare gli ultimi metri col sorriso.

Siamo arrivati tutti in Calabria, dai più veloci ed allenati ai più lenti ed insicuri. In spiaggia ci siamo ritrovati per congratularci e festeggiare insieme. Il rientro in barca verso Messina è stato piacevolissimo. Arrivati verso le 11 sono iniziati i festeggiamenti.

L’ultima Traversata:
il racconto dei protagonisti

L’ultima nostra Traversata dello Stretto è stata completata la mattina del 9 luglio 2019, verso le 10 del mattino. Ci siamo “svegliati” all’alba ma in molti hanno passato la notte insonni per l’adrenalina di quello che avremmo fatto l’indomani. 

Riposati o meno, l’appuntamento era alle 6 in pasticceria per carburarci a dovere: caffè, brioche e gelato, granita di mandorle, pasticcini vari. Alle 7:30 eravamo già in acqua, focalizzati sulla sfida, pronti a partire.

C’eravamo solo noi sulla spiaggia di Torre Faro a Messina, aspettando il via libera della capitaneria di porto.

L’acqua aveva assorbito tutta la frescura della notte ed il Sole, basso sull’orizzonte, non l’aveva ancora riscaldata bene. Il mare era piatto nonostante le correnti che solcano lo Stretto con la precisione delle maree e dei cicli lunari. Una leggera brezza soffiava sui visi tesi di tutto il gruppo. Le onde interrompevano il silenzio nel loro ciclico movimento. 

Quand’é arrivato il via libera siamo partiti a gruppi di 3, i più lenti per primi, i più veloci per ultimi. Ogni gruppo aveva una sua barca da seguire per tutta la durata della Traversata, sia per la sicurezza che per nuotare con una traiettoria definita.

Arrivato il nostro momento ci siamo fatti coraggio, abbiamo raggiunto la nostra barca ed abbiamo iniziato questo viaggio, collettivo e condiviso ma allo stesso tempo introspettivo e personale. Nuotare obbliga a staccare da tutto il mondo “terrestre” e restare per un po’ da soli con la propria mente.

Dopo poche bracciate non si vedeva più il fondale, solo un intenso blu, attraversato dai raggi del Sole che scendevano fino a perdersi nella profondità. Lo stupore e l’adrenalina davano maggiore foga alla nuotata. La concentrazione, la tecnica e l’esperienza frenavano gli entusiasmi per regolarizzare la bracciata e la respirazione.

Sintonizzati sul ritmo giusto, la difficoltà maggiore era non nuotare troppo addosso gli uni agli altri, in quanto nuotando a stile libero in mare non si hanno punti di riferimento. Ogni tanto nuotavamo a rana, così da alzare la testa per comunicare e capire dov’eravamo. 

Gli ultimi metri per alcuni sono stati i più pesanti, per altri i più belli. Vedendo il fondale che si avvicinava, bracciata dopo bracciata, già si pregustava l’idea di aver compiuto l’impresa e la felicità faceva nuotare gli ultimi metri col sorriso.

Siamo arrivati tutti in Calabria, dai più veloci ed allenati ai più lenti ed insicuri. In spiaggia ci siamo ritrovati per congratularci e festeggiare insieme. Il rientro in barca verso Messina è stato piacevolissimo. Arrivati verso le 11 sono iniziati i festeggiamenti.

Resoconti dallo Stretto

Resoconti dallo Stretto

Scopri tutti gli articoli informativi sulla

Traversata dello Stretto di Messina

La sfida: a nuoto lo stretto di Messina

Non serve essere atleti professionisti per attraversare a nuoto lo Stretto

Traversata Stretto Messina

Scopri com'è nata l'idea di attraversare a nuoto lo Stretto di Messina

La prossima Traversata

Iscrizioni fino a Marzo 2022

Preparazione atletica Traversata Stretto Messina

Ti seguiremo passo passo negli allenamenti per prepararti al meglio

Nuotare Stretto Messina

Dal mito ai giorni nostri, tutte le curiosità sullo Stretto di Messina

Scopri tutti gli articoli informativi sulla
Traversata dello Stretto di Messina

La sfida: a nuoto lo stretto di Messina

Non serve essere atleti professionisti per attraversare a nuoto lo Stretto di Messina

Preparazione atletica Traversata Stretto Messina

Ti seguiremo negli allenamenti in piscina e nelle prove in acque libere

Slide
LE PROSSIME TRAVERSATE
GIUGNO - SETTEMBRE
Iscrizioni aperte

Scopri tutti gli articoli informativi sulla
Traversata dello Stretto di Messina

Nuotare Stretto Messina

Dal mito ai giorni nostri, tutte le curiosità sullo Stretto di Messina

Traversata Stretto Messina

Scopri com'è nata l'idea di attraversare a nuoto lo Stretto di Messina